Vogue.com ha dichiarato guerra a fashion blogger e fashion influencer.

La creative digital director Sally Singer, nelle sue riflessioni al termine delle sfilate milanesi ha scritto; “Blogger che cambiate outfit dalla testa ai piedi ogni ora: per favore smettetela. Cercatevi un altro lavoro. State proclamando la morte dello stile”.

Parole pesanti e piene di ipocrisia, visto che le pagine web del magazine sono piene delle loro foto!

Come queste: http://www.vogue.com/13483232/best-street-style-beauty-spring-2017-milan-fashion-week-phil-oh

09-best-street-style-milan-beauty

foto: vogue.com

11-best-street-style-milan-beauty

foto: vogue.com

L’unica accusa che ho trovato sensata è quella della Vogue.com news fashion editor Alessandra Codinha: “non è corretto definirli blogger dato che ormai quasi tutti si limitano a farsi fotografare per aggiornare i propri profili social senza scrivere nulla”.

D’accordo, cambiarsi dalla testa ai piedi per ogni sfilata può anche far sorridere qualcuno, ma è sempre meglio che arrivare all’ultimo appuntamento della giornata con l’abito non più tanto fresco addosso… questa si che sarebbe “la morte dello stile”!
Quello di indossare gli abiti e farsi fotografare fa parte del loro lavoro, non ci vedo niente di male.

Io mi scandalizzo invece quando faccio scorrere le foto di Best Street Style From Milan Fashion Week su vogue.com e noto che sono tutte commentate dal nome del personaggio e dei brand che indossa. Perché anche le riviste vengono retribuite per aver specificato i marchi fotografati! 

Sulle strade fuori dalle sfilate si possono vedere tanti outfit interessanti che vengono ignorati dai fotografi che lavorano per le grandi riviste di moda. Persone sconosciute ma con la passione per la moda, che indossano con stile abiti vintage e creazioni degli stilisti emergenti.
Le loro foto vengono pubblicate su blog come il mio.
Perché il vero street style è proprio questo, focalizzare lo sguardo sullo stile e non sui vestiti firmati!

streetstyle_mfw-righe-3

streetstyle_mfw-denim-2

streetstyle_mfw-t-shirt-3

 

Gentili signore director/editor di Vogue, perché invece di attaccare i fashion blogger non cambiate la strategia della vostra rivista?!

Siete voi che non dovete far morire lo stile!

Kasia Chmara

Related posts:

Pin It on Pinterest